“Disconnect”: un film da vedere riguardante la psicologia di internet

Titolo originale: Disconnect.
Genere: Thriller.
Regia: Henry Alex Rubin.
Sceneggiatura: Andrew Stern.
Paese e anno di produzione: USA 2012.
Trama: Disconnect si compone di diverse storie che si svolgono in una New York di periferia in cui vigge la totale alienazione causata da un uso sempre più diffuso e pressante del web. Ognuno dei protagonisti è alla ricerca di un contatto umano nel mondo del digitale fra social network, chat e siti d’incontro. La vita sul web sostituisce la vita reale e trasforma i suoi fruitori in prigionieri, letteralmente invischiati in una rete. Così assistiamo alle vicende di una coppia di sposi in crisi perchè vittima di un furto causato da un hacker; un ex poliziotto che si ritrova in difficoltà a causa degli atti di bullismo perpetrati in rete da suo figlio; una giornalista televisiva che desidera ardetemene che il suo fidanzato, inserito in un losco giro di video chat per adulti, diventi il protagonista di un suo reportage. In Disconnect si miscelano dramma, thriller, emotività e azione facendoci scoprire tutte le debolezze che internet può far emergere da noi.

Cast: Jason Bateman, Hope Davis, Frank Grillo, Michael Nyqvist, Paula Patton, Andrea Riseborough, Alexander Skarsgård, Max Thieriot, Colin Ford, Jonah Bobo, Haley Ramm, Kasi Lemmons, Erin Wilhelmi, John Sharian, Norbert Leo Butz, Erin Darke.
Casa di produzione: LD Entertainment, Wonderful Films.
Durata: 115 min.
Data di uscita al cinema: giovedì 9 gennaio 2014.