Il sud è niente: un film drammatico da vedere sul’adolescenza

Titolo originale: Il sud è niente.
Genere: Drammatico.
Regia: Fabio Mollo.
Sceneggiatura: Fabio Mollo, Josella Porto.
Paese e anno di produzione: Italia 2013.
Trama: Grazia è nel pieno dell’adolescenza ed è molto introversa caratteristica che contraddistingue tutti gli adolescenti e che inevitabilmente li porta a scontrarsi con i genitori. In questo caso il genitore, Giorgio, giovane vedovo che vive con lei nella periferia di Reggio Calabria e guadagna vendendo stoccafisso in un negozio sotto le pressioni della malavita locale. C’era anche un fratello, Pietro, partito per la Germania quando lei aveva 12 anni e di cui non si sono più avute notizie. Grazia non ne ha mai più parlato, suo padre le ha detto che Pietro è morto. A diciotto anni con un fisico più da ragazzo che da ragazza, Grazia, che si porta ancora dietro il vuoto lasciato dal fratello, va al mare per un bagno notturno. D’un tratto esce dall’acqua proprio suo fratello che si dirige verso il paese, o meglio Grazia crede che quello sia Pietro. Inizia quindi ad avere dei dubbi sulla storia che le ha raccontato il padre sulla misteriosa morte del fratello.

Cast: Vinicio Marchioni, Miriam Karlkvist, Valentina Lodovini, Andrea Bellisario, Alessandra Costanzo, Giorgio Musumeci.
Casa di produzione: B24 FILM Madakai, Rai Cinema.
Durata: 90 min.
Data di uscita al cinema: giovedì 5 dicembre 2013.