Wolf Children: un film di animazione che consigliamo di vedere

Titolo originale: Wolf Children.
Genere: Animazione.
Regia: Mamoru Hosoda.
Sceneggiatura: Mamoru Hosoda, Satoko Okudera.
Paese e anno di produzione: Giappone 2012.
Trama: Ritorna sul grande schermo dopo 7 anni di assenza da La ragazza che saltava nel tempo Mamoru Hosada allievo di Hayao Miyazaki. In questa nuova opera Wolf Children troviamo protagonista Hanna una studentessa di 19 anni che s’innamora come in una favola di un uomo lupo, l’ultimo della sua specie, i due convolano a nozze e dall’unione nascono due piccoli licantropi: la più grande è Yuki (neve) il cui nome le viene imposto perchè il giorno in cui è nata nevicava e l’altro è Ame (pioggia) anche ad esso viene imposto questo nome perchè nel giorno in cui nacque pioveva. Per tredici anni la famiglia trascorre una vita serena, isolata, al riparo nella natura da sguardi indiscreti. Poi si rende necessario, a causa della morte del padre lupo, un trasferimento di Hana e dei piccoli in un villaggio di campagna dove i piccoli bambini-lupo si devono confrontare con altri bambini e che di conseguenza imparino a dominare la loro capacità di trasformarsi che è ancora involontaria. Hana fa di tutto per proteggere la famiglia ma Yuki e Ame inevitabilmente crescono sviluppando ciascuno una sua personalità ed accettando ciascuno a modo loro questo essere diversi, questa loro natura che li rende speciali.

Cast (Voce):
Casa di produzione: Studio Chizu, Madhouse.
Durata: 117 min.
Data di uscita al cinema: mercoledì 13 novembre 2013.